Offlaga, tenta di estrarre la pistola da fondina Cc

Sabato sera in un bar un artigiano 40enne ubriaco molestava i clienti. Poi all'arrivo dei militari è stata evitata una tragedia. L'uomo è stato denunciato.

Più informazioni su

(red.) E’ incredibile quanto accaduto sabato sera 19 ottobre in un bar a Cignano di Offlaga, nella bassa bresciana, che per la dinamica fa venire in mente quanto avvenuto a Trieste con l’uccisione di due agenti della Polizia di Stato in questura. Sabato erano circa le 21 quando un uomo di 40 anni, residente in paese e con precedenti a carico, aveva alzato troppo il gomito andando in escandescenza e iniziando a molestare gli altri clienti del locale. A quel punto dal bar è partita una chiamata al 112 che ha fatto muovere sul posto i carabinieri della stazione di Manerbio per riportare la tranquillità.

Tuttavia, a un certo punto l’esagitato ha tentato di estrarre la pistola di ordinanza dalla fondina di uno dei militari e dicendo “ora vi prendo la pistola e vi faccio vedere io come ci si comporta”. Ma il riflesso del carabiniere ha evitato una possibile disgrazia e l’artigiano è stato bloccato, anche dopo aver incassato minacce. E’ stato poi condotto in caserma dove ha trascorso la notte in una cella di sicurezza e ieri mattina, domenica, rimesso in libertà con una denuncia per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.