Basket, Brescia perde a Trieste. Finisce 76-74

Il tiro da tre nei secondi finali si infrange sul ferro portando al successo i friulani di un solo possesso. Inizio ancora soft per gli uomini di Esposito.

Più informazioni su

(red.) PALLACANESTRO TRIESTE-GERMANI BASKET BRESCIA 76-74 (26-20, 46-39, 64-61)

Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Cooke 4 (1/3, 0/1), Peric 7 (1/5), Fernandez 15 (1/8, 3/5), Jones 22 (5/6, 3/4), Strautins 7 (1/1 da tre), Janelidze ne, Cavaliero 6 (0/1, 2/7), Da Ros 9 (3/5, 1/2), Mitchell 6 (3/5, 0/1), Elmore, Justice. All. Dalmasson.
Germani Basket Brescia: Zerini 6 (3/3), Warner 4 (2/3, 0/1), Abass 5 (1/2 da tre), Cain 6 (2/2), Vitali 12 (3/5, 2/5), Laquintana 5 (2/2, 0/2), Lansdowne 16 (2/6, 4/7), Veronesi ne, Guariglia ne, Horton 10 (3/7, 1/3), Moss 3 (0/1, 1/4), Sacchetti 7 (2/3 da tre). All. Esposito.
Arbitri: Paglialunga, Giovannetti e Pepponi.
Note: Tiri da 2 Trieste 14/36 (39%) – Brescia 17/29 (59%). Tiri da 3 Trieste 10/27 (37%) – Brescia 11/27 (41%). Tiri liberi Trieste 18/23 (78%) – Brescia 7/10 (70%). Rimbalzi Trieste 38 (25 RD, 13 RO) – Brescia 37( 31 RD, 7 RO).

Nell’anticipo del sabato sera del 19 ottobre la Germani Basket Brescia ha lasciato l’Allianz Dome di Trieste con grande amarezza dovuta a un’altra vittoria che poteva concretizzarsi al termine di 40′ disputati a rincorrere gli avversari e che invece sfuma sul tiro di Brian Sacchetti. Servito da Lansdowne, spara sul filo della sirena una tripla che si infrange sul ferro. L’anticipo della quinta giornata di campionato (76-74) va dunque alla Pallacanestro Trieste. Ridono i friulani e si rammarica Brescia a cui non riesce la rimonta finale nei confronti di un avversario che è bravo a scappare nel primo tempo (46 i punti concessi ai biancorossi) ma che non era mai riuscito a chiudere la gara a proprio favore.

Come accaduto con Trento e Lubiana, l’approccio iniziale della Germani è troppo soft. Un dazio che la squadra paga a caro prezzo contro degli avversari capaci di imprimere al match un ritmo vorticoso. Brescia non perde mai di vista gli avversari, ma non riesce mai a mettere il naso avanti nel punteggio. La Leonessa è sempre stata capace di reagire. “Complimenti a Trieste per la vittoria, perché nell’arco dei 40′ ha giocato meglio di noi – ha commentato coach Vincenzo Esposito a fine partita – i nostri avversari sono partiti molto bene, mentre noi purtroppo aspettiamo sempre almeno un quarto per entrare in ritmo fisicamente e tecnicamente. La nostra gara diventa tutta di rincorsa e quando le cose vanno così si rischia di arrivare nel finale con poca benzina, perché lo sforzo in termini di energia è immenso.

Dobbiamo cercare di giocare con più lucidità nei momenti importanti della gara oppure, se ci accorgiamo di soffrire la stanchezza, dobbiamo giocare almeno con maggiore precisione. Come nelle ultime partite, il lavoro difensivo del secondo tempo è stato molto positivo. Però è necessario iniziare con un’altra energia e mentalità, soprattutto difensivamente, e andare per obiettivi nei momenti più importanti del match. Adesso per noi l’importante è recuperare le energie e cercare di rimanere più razionali e in controllo nelle situazioni importanti della gara”. Ora Brescia si ritufferà in Eurocup mercoledì 23 ottobre con palla a due alle 20,30 al PalaLeonessa contro Darussafaka e sabato prossimo 26 in anticipo alle 20,30 contro Virtus Bologna di nuovo in campionato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.