Brescia, arrestato Maniero: boss della Mala del Brenta

L'uomo è accusato di violenze sulla compagna ed è scattato il Codice Rosso. Dagli anni '80 aveva partecipato a rapine, assalti alle banche, omicidi e droga.

(red.) Quando ieri mattina, venerdì 18 ottobre, si sono mossi in seguito a una denuncia di una donna che lamentava le continue violenze e maltrattamenti da parte del compagno, gli agenti della Polizia di Stato sapevano chi avrebbero beccato. Perché non si trattava di una persona normale o sconosciuta, ma di Felice Maniero, il boss della Mala del Brenta. Che è finito in manette proprio per maltrattamenti sulla compagna e vedendosi notificare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del giudice nell’ambito del nuovo Codice Rosso.

Il fermo è scattato a Brescia dove Maniero vive da diversi anni e dopo aver cambiato identità in seguito al 2010, ultimo anno in cui ha scontato dietro le sbarre una serie di condanne per la sua attività criminale. E così, dopo tutte le malefatte commesse, è finito di nuovo dietro le sbarre, a Bergamo, stavolta per le violenze fisiche e psicologiche sulla consorte. L’uomo è noto per aver fatto parte dagli anni ’80 a rapine, colpi ai portavalori e banche, ma anche omicidi, traffico di armi e sostanze stupefacenti.

E ora nel carcere orobico è in attesa dell’interrogatorio di convalida del fermo. Dal 2010, quando era tornato libero, il boss si era dato all’imprenditoria nel campo della depurazione con il figlio illegittimo e operando tra Roncadelle e Bolzano prima che la società fallisse quattro anni fa per i valori di arsenico oltre la norma nelle acque depurate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.