Comezzano, due bambini in bici travolti da un‘auto

Ieri alle 18 i due di 10 anni sono stati colpiti a incrocio mentre si immettevano in una strada. Sono stati soccorso in elicottero, ma non sono in pericolo.

Più informazioni su

(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 10 settembre, il paese bresciano di Comezzano Cizzago è stato scosso da un drammatico incidente stradale che ha coinvolto due bambini di 10 anni in bicicletta. E’ accaduto intorno alle 18 all’incrocio tra via Piamarta e via Matteotti quando tre ragazzini tutti coetanei, dopo aver trascorso il pomeriggio in casa di un amico nelle vicinanze, stavano per tornare a casa a bordo delle loro due ruote. Ma pare che nell’immettersi sulla via principale, due di loro non abbiano rispettato il segnale di stop e sono entrati nella carreggiata proprio nel momento in cui stava arrivando una Citroen C3 condotta da un 29enne e con accanto una ragazza.

Subito il conducente, rimasto sotto shock, si è fermato per assistere i due bambini – il terzo era riuscito a fermarsi in tempo – chiamando i soccorsi e le forze dell’ordine. Sul posto si sono precipitate l’automedica e tre ambulanze da Dello, Orzinuovi e della Croce Bianca di Brescia, oltre agli agenti della Polizia stradale di Montichiari per ricostruire la dinamica. Sul luogo sono anche atterrati due elicotteri provenienti da Sondrio e Milano che hanno trasportato in codice rosso i due investiti al Pediatrico del Civile di Brescia e all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Uno di loro avrebbe riportato la frattura del bacino e l’altro ferite minori, ma non sono in pericolo di vita. Nessuna conseguenza, invece, per il conducente e la cui auto è rimasta danneggiata nella parte anteriore sinistra, dove è avvenuto il colpo con le biciclette. La stradale analizzerà la testimonianza del terzo bambino che si e salvato e insieme alle immagini eventualmente riprese dalle telecamere puntate sul posto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.