Ai servizi sociali ma con la dose in tasca: preso

Si tratta di uno spacciatore marocchino che aveva ottenuto la misura alternativa al carcere. I carabinieri però lo tenevano d'occhio.

Più informazioni su

    (red.) Era stato condannato a dover scontare due anni e undici mesi per spaccio, dal Tribunale di Verona, ma aveva ottenuto il beneficio della misura alternativa al carcere dell’affidamento ai servizi sociali.

     

    Un marocchino di 39 anni, non aveva però perso l’abitudine a delinquere, ed è così che i Carabinieri della Stazione di Montichiari, avutane notizia, si sono appostati nei luoghi da quest’ultimo frequentati finché, assistendo alla cessione di una dose, lo hanno tratto subito in arresto e accompagnato presso il carcere di Brescia. Ora dovrà affrontare il processo per le nuove accuse i cui esiti, probabilmente, si accumuleranno alle pendenze precedenti.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.