Presena, due colpiti da scoppio proiettile di guerra

L'episodio si è consumato ieri in quota per due escursionisti spagnoli. Uno di loro ha riportato l'amputazione di due dita. Entrambi soccorsi verso Trento.

Più informazioni su

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 26 agosto, due escursionisti spagnoli sono rimasti vittime dell’esplosione di un ordigno risalente alla prima guerra mondiale e trovato sul Presena, lungo i monti al di sopra della provincia di Brescia. I due 20enni erano sul Tonale e uno di loro ha riportato gravi ferite, mentre l’altro ha avuto solo un trauma. Stavano scendendo dal Presena verso il Mandrone e la val Genova lungo i percorsi affrontati dai soldati nel primo conflitto mondiale. E hanno trovato, dopo aver scavato vicino alla cabinovia del Presena verso il passo del Lago Scuro, un proiettile tracciante di grosso calibro.

I due lo hanno quindi raccolto e poi condotto alla luce per esaminarlo, ma lo spostamento ha innescato la carica interna facendolo esplodere. Sono stati altri escursionisti ad allertare i soccorsi e facendo muovere il Soccorso alpino e le ambulanze. Portati fino al Tonale, sono stati condotti con l’elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento. E uno di loro ha riportato l’amputazione di due dita. I carabinieri si sono occupati di ricostruire quanto era successo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.