Schianto in moto, muore 26enne di Lonato

La tragedia nella giornata di venerdì 23 agosto. Nicolò Baio lavorava come aiuto cuoco. In sella con lui la fidanzata. Salva per miracolo.

Più informazioni su

    (red.) Un’altra giovane vita spezzata da un incidente stradale. Nella giornata di venerdì 23 agosto Nicolò Baio, 26 anni, aiuto cuoco residente a Lonato, in provincia di Brescia, è morto in seguito a uno schianto avvenuto intorno alle 13,15 lungo la strada regionale 62, nel tratto tra lo svincolo della tangenziale Sud e il casello di Verona Nord. 

    Il giovane viaggiava in sella a una Yamaha 600 e trasportava anche la sua fidanzata, una 23enne lonatese. Per cause ancora da chiarire la due ruote ha tamponato violentemente un autocarro fermo in coda. Nicolò Baio è spirato sul colpo a causa dell’impatto. La fidanzata, miracolosamente, se l’è cavata con una frattura alla mano. Si trova ricoverata all’ospedale Borgo Trento di Verona. Sembra che il giovane stesse guidando la moto senza la patente. Già in passato era stato multato per lo stesso motivo. 

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.