Lettere al direttore

Senato, le randellate di Conte prese da M5S e Lega

Più informazioni su

    ho ascoltato Conte in Senato, devo dire che mia ha rincuorato il richiamo alle regole, al rispetto dei patti, all’ascolto, all’attenzione al lavoro egli altri senza invasioni di campo, alle violente sovrapposizioni, alla pericolosa priorità data all’interesse di partito o personale, alla democrazia costituzionale, alla valorizzazione dei luoghi appropriati del dibattito e confronto oltre che della progettazione del paese, all’uso sconsiderato di simboli religiosi in vista di una onesta laicità, … CHE DIRE: sono contento di questa Costituzione e del nuovo umanesimo inclusivo che ci ha lasciato in eredità e che ancora una volta ci ha difeso da derive sconsiderate.
     
    Questa politica mi appassiona e so che ci aiuterà a sconfiggere crisi economiche, umanitarie, politiche, sociali e culturali oltre che spirituali. Una sfida che stiamo affrontando in modo sterile, autoritario e inconcludente compromettendo i nostri interessi, ponendoci fuori dall’Europa e dal Mondo. 5 stelle e Lega si sono presi sonori randellate durante l’intervento dell’Avv. Prof. Conte. Il solco è ormai profondo. Lo si vede anche nelle facce tirate dei membri del governo (alcuni dei quali non si erano mai visti). Hanno capito che è davvero finita!
     
    Celso Vassalini

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.