San Polo, riti occulti nel cimitero di via Gatti?

Lunedì mattina il custode del campo santo ha trovato i resti di una messa nera, con candele e bicchieri di alcol posizionati in maniera non causale.

Più informazioni su

    (red.) Messe nere? Santeria? Divinità demoniache? Strano ritrovamento quello fatto dal custode del cimitero di San Francesco di Paola, in via Gatti, nel quartiere di San Polo a Brescia. 
    Come racconta il Bresciaoggi, il custode la mattina di lunedì 19 agosto ha scoperto che, nel corso del fine settimana, alcune persone erano entrate abusivamente nel campo santo, e hanno posizionato candele e bicchieri di alcol, probabilmente per compiere un rituale di qualche genere. Non sono stati trovati i segni di una messa nera, forse si è trattato di un rito legato alla santeria, una pratica importata in Italia da alcuni migranti di origine caraibica o africana. 

    Ovviamente la polizia locale sta indagando sulla vicenda, dato che comunque alcune persone sono entrate abusivamente in un’area cintata e chiusa al pubblico nelle ore notturne, ma comunque non sono stati segnalati furti o danneggiamenti. Il mistero, comunque, resta.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.