Sirmione, turista in carcere per reato del 2008

Un cittadino francese, nel 2008, era stato fermato dopo un inseguimento dalla polizia senese. Poi il soggiorno sul lago, e le manette.

Più informazioni su

    (red.) I carabinieri di Sirmione hanno arrestato un turista francese che doveva scontare una pena di due mesi di carcere per una vecchia condanna. Nel 2008, infatti, non si era fermato all’alt dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Siena e, dopo un inseguimento notturno sulla sua Peugeot 306, era stato trovato con un tasso alcolemico di 1,88G/L e 1,74G/L. Purtroppo per lui, a conclusione del lungo iter giudiziario che ha peraltro compreso anche una sospensione del provvedimento restrittivo, inevitabilmente, nel 2016 è arrivata la sentenza di condanna definitiva che lo voleva nelle carceri italiane.

     

    Da allora non è più incappato in nessun controllo di polizia, finché non è tornato in Italia, in vacanza con la moglie a Sirmione, e i carabinieri della Stazione, avuta contezza della sua presenza, hanno dato esecuzione all’Ordinanza dell’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Siena, accompagnandolo al carcere bresciano.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.