Brescia, spaccio e clandestini: controlli di Polizia

Bilancio dell'attività condotta dalle forze dell'ordine. Due giovani sono stati arrestati: nella loro auto avevano quattro panetti di hashish per 2,5 chili.

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 10 agosto gli agenti della questura di Brescia, come disposto da Leopoldo Laricchia, tramite la Divisione Anticrimine, Polizia Amministrativa, Squadra Mobile e Ufficio Immigrazione, hanno effettuato una serie di controlli e indagini a tutto campo, anche con le altre forze dell’ordine. Le zone analizzate sono state quelle intorno alla stazione ferroviaria, ai parchi cittadini e ai negozi e locali per la presenza di persone senza fissa dimora, chi spacciava sostanze stupefacenti, irregolari e chi dà problemi alla sicurezza. Con il Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, la Guardia di Finanza, i carabinieri e la Polizia Locale sono state identificate 139 persone, di cui 53 con precedenti e controllati 6 locali. Sequestrati anche 35 grammi di hashish.

Cinque persone sono state denunciate per non aver rispettato le leggi sull’immigrazione. Controllati anche 14 veicoli e un automobilista è stato sanzionato per aver violato il Codice della Strada. Rintracciati tra Brescia e provincia anche diversi extracomunitari irregolari. Due sono stati gli espulsi di questa settimana, di cui uno trattenuto nel centro di permanenza e rimpatrio e un altro accompagnato alla frontiera.

Per quanto riguarda, invece, la droga, martedì scorso 6 agosto la Squadra Mobile ha fermato su un’auto sospetta due uomini che subito si sono agitati alla vista degli operatori. E uno di loro, dopo l’identificazione, è risultato avere precedenti. Quindi, si è proceduto con la perquisizione della vettura trovando quattro panetti di hashish per un totale di 2,5 chili. I due pusher, di 25 e 30 anni, italiani, sono stati arrestati in flagrante per detenzione ai fini di spaccio e si sono visti convalidare l’arresto da parte del giudice che ha disposto per loro i domiciliari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.