Perchè non trascurare il fegato in primavera

Dopo il periodo invernale e autunnale è fondamentale "liberarsi" delle tossine accumulate. Gli eccessi alimentari non sono consigliati.

Più informazioni su

    di Sandra Perini
    La primavera è la stagione del risveglio, il momento in cui il corpo mette in moto le energie dopo la quiete dell’inverno. Secondo la medicina cinese la primavera è legata all’elemento del Legno, la cui qualità è l’espansione, la crescita, la progettualità e la difesa. Simboleggia la forza della natura. I sensi si risvegliano complice la trasformazione dell’ambiente esterno, dei colori e dei profumi, dello sbocciare della vita.
    La purificazione fisica, mentale ed emozionale è fondamentale per arrivare all’estate con la giusta dose di energia. Per compiere la funzione del risveglio tipica della primavera l’organismo ha bisogno di lasciar andare le tossine accumulare e compiere un ciclo profondo di rigenerazione: le cosiddette “pulizie primaverili”. L’organo emuntore elettivo di questa stagione è il Fegato. Esso si assume l’onere di eliminare la maggioranza delle tossine depositate nel corpo.

     
    In questa stagione l’albero cresce verso l’alto, i suoi rami sono flessibili sotto l’azione del vento, i fiori sbocciano e spingono all’esterno l’energia vitale. In questo senso la persona è richiamata alla propria capacità di prendere decisioni importanti, di fare progetti, di essere creativa, fissare obiettivi e concretizzarli. Gli inglesi il fegato lo chiamano “Liver” da “live” che significa “vivere”.

    L’equilibrio del Fegato determina la salute psicofisica ed influenza lo stato di benessere generale della persona. Tutto ciò che viene assunto in maniera equilibrata tonifica l’energia del Fegato, diventano problematici gli eccessi: Un eccesso di cibo di origine animale e salato, un eccesso di prodotti da forno, un eccesso di grassi, un eccesso di zucchero (zucchero saccarosio, ma attenzione anche a fruttosio, che potrebbe originare problematiche di steatosi, o fegato grasso).

    Importantissimo aiutarsi con i cibi verdi (verdure a foglia verde): il verde è il colore del Fegato secondo la medicina cinese. Le piante migliori per la detossificazione del Fegato sono il Tarassaco, il Carciofo, la Fumaria, il Cardo Mariano, che si possono assumere sotto forma di tisana o di tinture madri. 
    Alcuni pratici consigli sono: Bere acqua bollita con zenzero fresco favorisce la diuresi e l’eliminazione delle tossine; camminare all’aria aperta a passo sostenuto; massaggiare ogni sera la pianta dei piedi per dieci minuti con una miscela di olio vegetale e una goccia di olio essenziale puro di Carota elettivo per la depurazione del Fegato.
    Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.
    La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona. 

     

    ECCO ALTRI ARTICOLI 

    Controllare il colesterolo con i semi di girasole

     Tristezza e apatia? L’olio essenziale di limone

    Lacrime di mirra come analgesico e cicatrizzante

    Raffreddore, come prevenire starnuti e mal di gola 

    Halloween, la zucca sì ma è da mangiare

    Autunno, “cambio di stagione” che butta giù

    Legionella, i rimedi naturali contro il batterio 

     Pressione alta, le 6 mosse per la prevenzione

    Le sette mosse per combattere la canicola estiva

    Gonfiore delle gambe? Menta e ippocastano

    I cinque rimedi naturali contro le infiammazioni 

    L’elisir di lunga vita? Bere due litri di acqua al giorno

    Primavera: nove rimedi naturali contro le allergie

    Stress e stanchezza? Un aiuto dal Magnesio

    Vitamina D: tre motivi per tenerla sotto controllo

    Omega 3: Acidi grassi necessari per l’organismo

    Un Natale speciale con un mix di oli essenziali

    Zenzero: le sei proprietà ‘magiche’ della radice 

    Ipertensione? La lavanda ti può dare una mano

    Melograno: frutto di stagione con bonus vitaminico

    Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

    Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.