Quantcast

Concussione, ex segretaria Concesio in difesa

La pubblico ufficiale è stata sentita ieri a processo in corso in tribunale e ha detto di non aver commesso alcun reato sui protesti. Udienza al 27 maggio.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 15 marzo, in tribunale a Brescia è stata sentita l’ex segretaria comunale di Concesio – operativa anche a Caino, Lodrino e Castegnato – nell’ambito di un processo che la vede imputata per concussione. Dora Cicalese, 67 anni e originaria della provincia di Salerno, ha detto al giudice di non aver commesso alcun reato nel suo comportamento. Era stata arrestata l’11 maggio del 2018 in Comune a Concesio e in flagrante mentre stava incassando una somma di denaro di circa 30 euro da un imprenditore che non voleva finire nel registro dei protesti. Si tratta del documento in cui sono presenti titolari in difficoltà economica.

In seguito all’arresto, la donna venne posta ai domiciliari e poi a piede libero, quindi sospesa per sei mesi da ogni incarico. Sembra che abbia ritardato l’iscrizione degli imprenditori insolventi nel registro dei protesti a fronte di somme dai 20 ai 100 euro a volta, ma fino ad accumulare un migliaio di euro. Questa situazione era stata segnalata da un’associazione di Concesio e anche dai colleghi insospettiti dall’atteggiamento della donna. La procura di Brescia le contesta diciannove episodi di questo tipo e ora è in corso il processo con rito abbreviato. L’udienza è stata aggiornata al 27 maggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.