Crotti, autopsia e Riesame: morta a Erbusco

Nel sangue della vittima trovate tracce di monossido di carbonio, quindi la donna era ancora viva al momento di essere data alle fiamme in Franciacorta.

(red.) Stefania Crotti è stata uccisa nel bresciano e quindi anche la competenza territoriale a livello di indagini deve restare nella nostra provincia. Lo scrive il tribunale del Riesame nelle motivazioni, riportate da Bresciaoggi, con cui non sono stati concessi i domiciliari all’unica indagata Chiara Alessandri. La donna, infatti, avrebbe un’indole pericolosa che rende impossibile una misura alternativa rispetto alla detenzione in carcere. E oggi, sabato 9 marzo, proprio nell’istituto di pena di Verziano la donna riceverà il suo avvocato per valutare un ricorso in Cassazione.

In generale, si fa riferimento a quanto accadde il 17 gennaio scorso, nel pomeriggio, nel momento in cui la 43enne Chiara Alessandri, bergamasca di Gorlago, secondo l’accusa avrebbe colpito a martellate la concittadina Stefania Crotti, moglie dell’amante della presunta assassina. Poi l’avrebbe trasportata dalla propria abitazione a bordo della sua Mercedes Classe B verso Erbusco, nel bresciano, dove le avrebbe dato fuoco. Infatti, l’autopsia dimostra, come riporta il quotidiano bresciano, tracce di monossido di carbonio nel sangue della vittima, segno che era ancora viva al momento di arrivare tra le campagne della Franciacorta.

Nelle motivazioni del Riesame si parla della testimonianza dell’uomo che, a sua insaputa, ha aiutato l’amica Chiara Alessandri nell’azione di trasportare la vittima dal posto di lavoro alla casa di Gorlago. Ma anche le intercettazioni ambientali, quanto è stato trovato in casa e sull’auto, i percorsi registrati dal gps e i passaggi lungo l’autostrada.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.