Quantcast

Palazzolo, investito identificato. Nuovo esposto

E' un 61enne del paese che vive da solo. Resta in pericolo di vita al Civile di Brescia. Codacons rialza l'allarme dopo gli ultimi episodi di investimento.

(red.) E’ un 61enne residente da solo a Palazzolo, nel bresciano, il pedone che lunedì sera 10 dicembre, mentre aveva in mano alcuni sacchetti della spesa, era stato investito da un’auto lontano dalle strisce pedonali in via Levadello. Le forze dell’ordine, quindi, sono riuscite a identificarlo dopo che era stato lanciato un appello a chi avesse informazioni sull’investito. Addosso non aveva documenti e nel momento di uscire dalla propria casa, non distante dal luogo dell’incidente, aveva affidato le chiavi a una vicina.

L’uomo, dopo aver sbattuto la testa contro il marciapiedi nella caduta e nonostante la vettura che lo aveva travolto viaggiasse a bassa velocità, resta in gravi condizioni in prognosi riservata e ieri, mercoledì 12 dicembre, è stato trasferito dalla Poliambulanza all’ospedale Civile. E di fronte a questo investimento, come a molti altri avvenuti nei giorni scorsi, il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla procura di Brescia. “Individuare eventuali responsabilità amministrative – si legge in una nota – perché è inaccettabile continuare a sentire ogni giorno persone che vengono investite sulle strisce pedonali, incidenti per l’alta velocità. I Comuni sono responsabili se non si attivano per evitare ogni possibile situazione di pericolo per i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.