Trasporto pubblico, Brescia al top in Lombardia

Dal 2012 al 2016, secondo un rapporto, il nostro capoluogo ha visto un aumento del 63,5% dei passeggeri. Un boom unico in regione e forse anche in Italia.

Più informazioni su

(red.) Brescia è l’unico capoluogo di provincia che in Lombardia, e forse in Italia, ha registrato un vero e proprio boom di passeggeri del trasporto pubblico locale. Lo dicono i dati del Centro Ricerche Continental Autocarro basati sui numeri dell’Istat dal 2012 al 2016. E Brescia, tra metropolitana (aperta nel 2013) e autobus (la ricerca prendeva in considerazione ogni tipo di trasporto pubblico a poca distanza), ha raggiunto un aumento del 63,5%.

Nessuno ha fatto meglio in Lombardia dove, anzi, i passeggeri sono calati da 800 a 671 milioni nello stesso periodo di tempo in tutti i capoluoghi. Un calo decisamente superiore, in percentuale, a quello nazionale. Ora nella nostra regione sarebbe da capire cosa ha spinto i passeggeri ad abbandonare in massa i mezzi pubblici, considerando che solo Brescia, Mantova, Bergamo e Cremona hanno aumentato gli utenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.