Arresti furto auto Mille Miglia, azione su commissione?

Oggi i due nomadi saranno interrogati. La notizia ha raggiunto l'Olanda dove il proprietario della vettura rubata spera di tornare con la stessa alla corsa.

(red.) Potrebbero aver agito su commissione i due coniugi nomadi di 48 e 39 anni, residenti al Villaggio Violino di Brescia, nel furto dell’Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Sport del 1942 la notte del 13 maggio scorso. Si tratta della vettura storica, del valore di un milione di euro, di proprietà di un olandese e un inglese che avrebbero dovuto usare proprio quel veicolo per partecipare alla Mille Miglia. I due nomadi sono finiti in manette, mentre il loro figlio è stato sottoposto all’obbligo di firma, ma per altre vicende. Le indagini della Squadra Mobile della questura di Brescia hanno portato agli arresti attraverso l’analisi delle intercettazioni telefoniche e delle telecamere piazzate sulle strade che avevano immortalato la loro fuga.

La sensazione è che la famiglia criminale fosse entrata in azione per cercare di vendere il veicolo, ma sarebbe stato complicato visto che si trattava di un’auto storica, quindi destando sospetti, in più con a bordo le valigie dei due partecipanti alla corsa. Ma si fa strada anche l’ipotesi della commissione, tanto che le indagini non sono concluse e si vuole cercare il possibile mandante del blitz, oltre alla vettura che risulta ancora scomparsa. Erano state le immagini riprese dalle telecamere sull’autostrada A21 a notare che i due coniugi nomadi, dopo il furto dell’auto in via della Noce, erano entrati al casello di Brescia Ovest e poi usciti a quello di Brescia Centro.

Decisive anche le immagini riprese dagli “occhi” elettronici a Pontevico e infine di Manerbio. Nel frattempo, nella giornata odierna, mercoledì 28 novembre, i due arrestati saranno interrogati dal giudice delle indagini preliminari. La notizia del doppio fermo ha raggiunto anche l’Olanda, dove Jeroen Branderhorst attende notizie proprio per la vettura. Magari con cui tornare, nel momento in cui sarà ritrovata, alla prossima edizione della Mille Miglia. Secondo i due partecipanti, olandese e inglese, i ladri potrebbero essere stati interessati a usare il carrello per nascondere qualcosa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.