#MAISOLI, a Milano la seconda edizione del premio

Più informazioni su

    (red.) Sabato 10 novembre, presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia a Milano, si è svolta la seconda edizione del Premio #MAISOLI, alla presenza dell’Assessore al Welfare Giulio Gallera e della VicePresidente Commissione Sanità Simona Tironi.

    Istituito lo scorso anno dallo stesso Assessore, il Premio è volto ad evidenziare e valorizzare l’inestimabile lavoro delle numerose associazioni di volontariato sanitarie e sociosanitarie presenti sul territorio lombardo, che ogni giorno operano gratuitamente in favore dei più deboli.

    Ogni ASST, IRCCS, AREU, presenti in Lombardia, ha individuato un’associazione che si è distinta per merito nel territorio di competenza, sottoponendola al comitato del Premio, il quale ha poi individuato le più meritevoli che sono state insignite di una targa al merito nonché di una statuetta.

    La premiazione è stata accompagnata da momenti di spettacolo, con performance di vari artisti, tra cui il comico Giuseppe Giacobazzi.

    Le associazioni del territorio bresciano sono state premiate dall’Assessore al Welfare Giulio Gallera e dalla VicePresidente Commissione Sanità Simona Tironi, distinte nelle differenti categorie, quali:

    Categoria per i bambini:

    ente proponente: AREU

    associazione premiata: VOLONTARI AMBULANZA VILLA CARCINA

    ente proponente: ASST FRANCIACORTA

    associazione premiata: ASSOCIAZIONE LIBELLULE

    ente proponente: ASST SPEDALI CIVILI DI BRESCIA

    associazione premiata: I BAMBINI DHARMA

    Categoria con i più fragili:

    ente proponente: ASST DEL GARDA

    associazione premiata: ASSOCIAZIONE IL CHIARO DEL BOSCO ONLUS

    Categoria con chi ha bisogno:

    ente proponente: ASST VALCAMONICA

    associazione premiata: ANDOS ONLUS (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno)

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.