(red.) Una donna alta, bionda e, senza passare inosservata, indossava un vestito arancione pitonato. Ma aveva pinza, forbice e tronchese di piccole dimensioni con cui aveva infranto le placche antitaccheggio di pantaloni, camicia e scarpe per poi infilare tutto nella propria borsetta e tentare di allontanarsi dal negozio. Peccato per lei che il sistema che cercava di raggirare in un centro commerciale a Lonato del Garda, nel bresciano, fosse più sofisticato del solito e così è scattato l’allarme e la donna fermata all’uscita.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Desenzano del Garda l’hanno perquisita trovandole la refurtiva che è stata restituita al negozio, oltre agli arnesi da scasso che la donna, una 49enne rumena residente a Montichiari, usava spesso. E’ stata quindi portata in caserma e identificata, poi arrestata. Per lei il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Brescia ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma ai carabinieri di Montichiari per quattro giorni alla settimana fino all’inizio del processo.

Comments

comments