foto d'archivio

(red.) Continuano i roghi sull’alto Garda Bresciano, una delle riserve naturali meglio conservate di tutta la Lombardia. Dopo le fiamme di Tremosine, non ancora del tutto spente, che hanno divorato più di 90 ettari di bosco, un nuovo incendio ha intaccato l’entroterra di Tignale. 

I focolai sono stati notati un paio di notti fa alle spalle di cima Piemp, in una zona compresa tra località Traval e il Rocol dei precc, sui tornanti della strada che conduce verso Puria. Non ci sono dubbi sull’origine dolosa, a causa della presenza di alcuni focolai lungo i margini della carreggiata. Volontari e vigili del fuoco hanno lavorato una giornata intera per arginare l’emergenza, costata comunque due ettari di vegetazione. La scarsità di precipitazioni di questi giorni, purtroppo, non ha aiutato la situazione. 

Sugli autori del gesto, invece, partiranno delle indagini, anche se il rischio che la facciano franca è quasi certo. 

Comments

comments