Quantcast

Far west Brescia, autore un dj non patentato

Enzo De Martino, 30 anni di Flero, martedì pomeriggio ha creato scompiglio in città. E' un insospettabile. Avrebbe detto di aver avuto bisogno di soldi.

Più informazioni su

(red.) E’ un insospettabile 30enne dj bresciano di Flero e incensurato, Enzo De Martino, l’autore del far west avvenuto nel pomeriggio di martedì 20 febbraio dopo la rapina armata alla sala slot “Admiral” di via Vallecamonica, a Brescia. L’operazione che ha coinvolto le Volanti della Polizia e i carabinieri, prima nell’attività commerciale, poi nell’inseguimento e quindi nell’arresto del giovane è stata presentata nei dettagli nella giornata successiva, mercoledì. La sala slot è rimasta chiusa al pubblico proprio la stessa mattina in seguito a quanto era successo poche ore prima. Tra gli elementi venuti a galla, si è scoperto che l’uomo non aveva nemmeno la patente, quindi guidando l’auto avrebbe anche potuto provocare una strage.

Si è poi scoperto che l’arma – una pistola – da lui impugnata al momento dell’irruzione nella sala slot era in realtà un giocattolo, ma difficile da capire anche da parte delle stesse forze dell’ordine. E alla fine tutto si è concluso per il meglio, con il 30enne che è finito in manette per rapina, sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale. Agli operatori che l’avevano fermato sembra abbia detto che avesse bisogno di soldi. Tanto che i carabinieri della compagnia di Verolanuova e la Squadra Mobile di Brescia stanno anche verificando se il giovane sia l’autore anche delle rapine commesse alla Banca di Credito Cooperativo lunedì mattina 19 febbraio e martedì 20 pomeriggio al supermercato “Md”, entrambi a Flero.

Per quanto riguarda l’operazione alla sala slot, si è accertato che il 30enne era entrato pochi minuti prima delle 17 a volto scoperto e con la pistola inducendo i due dipendenti alla cassa a consegnare i soldi, circa 12 mila euro. Quindi, si è atteso il meccanismo della cassaforte temporizzata e nel frattempo uno dei due addetti aveva azionato l’allarme e facendo scattare l’attività delle forze dell’ordine. Quindi la Polizia e i carabinieri giunti sul posto hanno fatto uscire i clienti, mentre il rapinatore si era fatto scudo con uno degli addetti e portandolo in auto – prestata da un conoscente – come ostaggio. Era partito l’inseguimento per diversi chilometri e ad alta velocità fino ad arrivare in via Orzinuovi. Al semaforo rosso, il 30enne è stato costretto a fermarsi, così un poliziotto ha cercato di infrangere un finestrino mentre l’ostaggio è riuscito a scappare dalla vettura. Subito dopo il 30enne ha accelerato, ma un agente ha sparato a una ruota fino a quando De Martino arriva in via Zoccolo e si ribalta più volte in auto. Ferite lievi e manette.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.