Quantcast

Calvisano, è gravissimo operaio ustionato

Il 59enne di Lonato del Garda è ricoverato in fin di vita al Niguarda di Milano. Investito da una fiammata, ha riportato diverse piaghe su tutto il corpo.

(red.) Lotta tra la vita e la morte in un letto dell’ospedale Niguarda di Milano, Gianfranco Acquaviva, l’operaio 59enne di Lonato del Garda che lunedì 15 gennaio ha riportato diverse ustioni su buona parte del corpo mentre lavorava alle Acciaierie di Viadana di Calvisano, nel bresciano. La dinamica completa e chiara è al vaglio dei carabinieri di Desenzano e degli ispettori dell’azienda socio sanitaria del Garda e sembra che l’addetto stesse lavorando con una bruciatrice per pulire una paniera. A un certo punto, intorno alle 9,30, dallo strumento sarebbe partita una fiammata che ha investito in pieno l’operaio facendolo diventare una torcia umana.

Gli altri colleghi non sapevano cosa fare e hanno subito allertato il 112 per i soccorsi. Sul posto, nella sede di via Kennedy e che fa parte di Feralpi Group, è arrivata un’ambulanza che ha condotto il 59enne all’ospedale Civile di Brescia in codice rosso. Poi da qui il trasferimento al nosocomio milanese che ha un reparto specializzato nella cura delle ustioni e dove resta ricoverato. E su quanto è accaduto è intervenuta anche la Fim Cisl.

“Al di là degli accertamenti del caso, di competenza delle autorità preposte, come sindacato intendiamo avviare un confronto serrato con l’azienda, che abbiamo già iniziato, per accertare se vi siano state delle falle nel sistema di prevenzione e sicurezza – si legge in una nota del sindacato.- Qualora vi siano state delle carenze nelle procedure di prevenzione, queste devono essere rimosse e ci attiveremo con ogni mezzo a nostra disposizione perché l’azienda provveda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.