Quantcast

Darfo, batteri, acqua chiusa in due frazioni

A Erbanno e Bessimo 2 mila residenti non possono usare l'acqua potabile dopo un'ordinanza del sindaco. Si attendono i risultati precisi delle controanalisi.

Più informazioni su

(red.) Circa 2 mila residenti tra le frazioni di Erbanno e Bessimo a Darfo Boario Terme, nel bresciano, sono costretti a restare senza acqua potabile. Il sindaco Ezio Mondini, infatti, ha firmato un provvedimento di divieto di uso dell’acqua a causa dell’imponente presenza di batteri nella rete idrica. Di conseguenza, niente consumo umano dell’acqua del rubinetto, almeno che non venga prima bollita e poi usata.

L’ordinanza del primo cittadino è arrivata dopo i risultati dei campionamenti effettuati dall’Agenzia di Tutela della Salute. In ogni caso si dovranno attendere gli esiti delle controanalisi per confermare la situazione o far tornare alla normalità. Sembra che la vasta presenza di batteri non sia dovuta all’inquinamento, ma alla siccità del periodo e ai pascoli presenti tra le montagne.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.