Meningite, sta meglio il 19enne a Manerbio

Il ragazzo di Robecco d'Oglio, iscritto all'Itis Pascal, sta rispondendo bene alle cure. Campioni sono stati inviati per capire di quale batterio si tratta.

Più informazioni su

(red.) Sono in via di miglioramento le condizioni del 19enne di Robecco d’Oglio ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Manerbio, nel bresciano, per aver contratto una forma di meningite. Il giovane frequenta l’Itis “Pascal” del paese dove gli studenti sono rientrati regolarmente dopo essere stati sottoposti alla necessaria profilassi. In tutto sono stati 100 quelli coinvolti, tra dirigenti, insegnanti, gli stessi ragazzi, genitori e amici che erano venuti in contatto con il 19enne.

La febbre è sparita e il giovane non presenta disturbi a livello neurologico, anzi ha anche ripreso a mangiare in modo autonomo. Intanto, l’azienda ospedaliera di Desenzano del Garda ha inviato a Milano e Roma alcuni campioni prelevati sul ragazzo per farli testare a livello scientifico. Si vuole capire se il batterio, certamente meningococco, sia di tipo B o C. In ogni caso, il 19enne sta meglio, anche se resta ricoverato per precauzione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.