Quantcast

Iseo, terme Sassabanek, sì alle trivellazioni

Il Pirellone ha autorizzato le perforazioni per verificare l'acqua calda trovata sotto l'impianto balneare. Si profila una nuova attrazione turistica.

Più informazioni su

(red.) La Regione Lombardia ha autorizzato a compiere alcune perforazioni nel terreno sotto l’impianto balneare Sassabanek di Iseo, nel bresciano. Ne dà notizia Bresciaoggi. La zona dove si muoveranno le trivelle è compresa tra il vecchio supersolaio e il camping dove non ci sono case. I lavori, previsti in autunno o inverno, quando la stagione turistica sarà conclusa e gli uccelli non creano più i nidi, dureranno poco più di un mese per formare un pozzo esplorativo e analizzare l’acqua calda scoperta sotto l’impianto balneare. Se gli esiti saranno positivi, in superficie potrebbe sorgere una stazione termale che può garantire al lago d’Iseo un turismo per tutte le stagioni dell’anno, dall’estate all’inverno.
Dalla conferenza dei servizi al Pirellone, però, sono arrivate anche varie indicazioni da rispettare. Da una parte per tutelare la zona di lago delle Lamette e dall’altra per montare pannelli antirumore intorno all’area di trivellazione e su quali materiali usare. I rappresentanti del comune di Iseo con quelli di Cogeme e Sassabanek si ritroveranno per stabilire anche la distribuzione dei costi di perforazione, per circa 400 mila euro. Le indagini successive alla scoperta del bacino di acqua erano state avviate nel marzo 2015, trovando una fonte senza sosta e con temperature dai 38 ai 50 gradi.
Tutto era partito nel 2009 nel momento in cui Cogeme puntava su impianti alimentati dalle fonti rinnovabili e aveva trovato il serbatoio naturale segnalato dalle carte. Se il test sarà positivo, Iseo potrà contare su un’area termale e senza dover sborsare cifre ingenti per l’indotto. Sul posto, infatti, sono già presenti le piscine della struttura balneare, un hotel e un residence. Le critiche, invece, arrivano dalle associazioni ambientaliste, che temono l’effetto delle trivellazioni sulla vicina riserva naturale delle Torbiere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.