Esce gas, due intossicati in fabbrica

Venerdì 22 mattina all'Ambrosi di Castenedolo. Un addetto esterno e una donna colpiti da esalazioni di una bombola usata per gli impianti.

Più informazioni su

Ambulanza(red.) Venerdì mattina 22 aprile l’azienda casearia Ambrosi di Castenedolo, nel bresciano, è stata teatro di un infortunio sul lavoro, per fortuna senza gravi conseguenze. L’episodio si è verificato pochi minuti prima delle 7,30 quando un addetto di una società esterna sembra sia arrivato sul posto per consegnare alcune bombole di anidride carbonica per i frigoriferi dello stabilimento. Ma qualcosa sarebbe andato storto, visto che durante le operazioni di scarico, del gas sarebbe uscito da una delle bombole provocando una leggera forma di intossicazione e ustione all’addetto 37enne e a una donna di 65 anni che lo stava aiutando.
Sono stati allertati i soccorsi facendo arrivare sul posto l’automedica e tre ambulanze, insieme ai vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area coperta dal gas. Presenti anche i carabinieri per ricostruire la dinamica e i tecnici dell’Ats di Brescia per verificare che tutte le misure di sicurezza siano state prese. I due feriti, non gravi, sono stati trasportati all’ospedale Civile di Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.