Quantcast

Brescia, settima auto bruciata in via Tosoni

Domenica 6 notte una Renault è stata data alle fiamme nella parte anteriore. Dietro ci sarebbe la mano del piromane seriale che colpisce da tempo.

Più informazioni su

Foto dal gruppo Facebook "Brescia che non vorrei"

Foto dal gruppo Facebook “Brescia che non vorrei”

(red.) E sono sette. Nella notte di domenica 6 marzo, intorno alle 2, un’altra auto è stata data alle fiamme in via Tosoni a Brescia. Si tratta di una Renault scura che era parcheggiata lungo il ciglio della strada, accanto al marciapiede. Si è poi scoperto che il veicolo è di un infermiere che aveva raggiunto la propria fidanzata. Dal modus operandi in cui è stato fuoco alla vettura, non ci sarebbero dubbi che si tratti della stessa mano.
Infatti, è stata danneggiata la parte anteriore sinistra, colpendo la ruota e la carrozzeria soprastante. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine che non hanno potuto fare altro che arricchire la lunga serie di casi del genere. Vogliono verificare se anche in questo caso sia stata usata della carta o stracci imbevuti di alcol per provocare l’incendio localizzato. Da tempo i residenti chiedono una sorveglianza più incisiva e una dotazione maggiore di telecamere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.