Quantcast

Ordinò omicidio tre bresciani, arrestato

Hanefija Piric, 52enne bosniaco, detto "Paraga", aveva fatto uccidere Guido Puletti, Sergio Lana e Fabio Moreni durante guerra nel 1993.

Più informazioni su

    Piric(red.) Mercoledì 28 ottobre all’aeroporto di Dortmund, in Germania, è stato arrestato Hanefija Piric, 52 anni e bosniaco, che nel 1993, proprio durante la guerra in Bosnia, ordinò l’uccisione di tre volontari bresciani. L’episodio avvenne al monte Radovan, nella zona di Gornji Vakuf, dove il loro convoglio, carico di medicinali e alimenti da portare alle popolazioni colpite, venne bloccato e poi oggetto di spari. “Paraga”, questo il nome con cui veniva chiamato Piric, a capo del battaglione governativo, secondo la giustizia aveva fatto uccidere Guido Puletti, Sergio Lana e Fabio Moreni. Si salvarono, invece, Christian Penocchio e Agostino Zanotti.
    Per lui le accuse formulate dalla procura di Brescia che aveva aperto un’inchiesta con le autorità bosniache erano di tentato omicidio, omicidio preterintenzionale e rapina a mano armata. Proprio Penocchio e Zanotti avevano testimoniato nel 2001 al processo celebrato in Bosnia contro Piric e dove venne condannato a 15 anni di carcere, poi ridotti a 13 nella Cassazione dello Stato estero. L’uomo, ricercato in Italia, è stato fermato su un volo atterrato in Germania da Tuzla. La polizia di Dortmund sta valutando la sua estradizione che potrebbe avvenire non prima di un mese.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.