Mistero Pantera, altri tre “avvistamenti”

Giovedì notte a Cortefranca e due volte venerdì a Provaglio d'Iseo. Il sindaco del secondo paese chiede di segnalare ogni episodio alle forze d'ordine.

pantera_nera(red.) La presunta pantera del Sebino sta monopolizzando la preoccupazione dei cittadini e l’attenzione dell’estate bresciana. La sensazione di forze dell’ordine e del sindaco di Provaglio d’Iseo Marco Simonini è che un animale ci sia realmente, poi non si sa di cosa si tratti. Ma intanto sembra che gli avvistamenti si moltiplichino di giorno in giorno. Addirittura tre, secondo quanto riporta Bresciaoggi, sarebbero stati quelli di venerdì 7 agosto. Nella notte di giovedì una signora anziana a Colombaro di Cortefranca avrebbe sentito i lamenti di una preda, forse sbranata proprio dall’animale che si sta cercando.
Poi venerdì all’alba nella zona di Olimpia e infine nel tardo pomeriggio quando un uomo avrebbe visto una figura nera scappare verso l’oasi vicina al monastero di San Pietro in Lamosa. In quest’ultimo caso sarebbe stato allertato il primo cittadino che ha chiesto ai residenti di rendere note tutte le osservazioni alle forze dell’ordine. In questo modo si potrebbe costruire una mappa con gli spostamenti dell’animale per studiare meglio la forma di cattura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.