Strage, galera a vita per Maggi e Tramonte

A Milano i giudici della della Corte d'assise d'appello hanno condannato all'ergastolo gli ex militanti di Ordine Nuovo.

Più informazioni su

    Strage pza Loggia(red.) Un po’ di giustizia per le vittime della strage di Piazza Loggia, avvenuta a Brescia il 28 maggio 1974, che costò la vita a otto persone. Nella giornata di mercoledì 22 luglio, la Corte d’assise di Milano, al processo d’appello bis per l’eccidio, ha condannato all’ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte. I due ex-ordinvisti avranno inoltre tre anni di isolamento diurno in carcere. Si tratta del massimo della pena che potessero prendere.
    Tra le provisionali previste per le parti civili anche un milione di euro di risarcimento per il Comune di Brescia e 300 mila euro per la Camera del Lavoro di Brescia.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.