Tav Brescia-Verona: 4 mld e lavori a giugno

Firmato l'accordo fra Rfi, società del gruppo Fs, e i consorzi Cepav Due, Iricav due e Cociv. Entro la metà di giugno i cantieri, che resteranno aperti 7 anni.

Più informazioni su

tav-3(red.) Tre accordi per le nuove linee alta velocità Brescia-Verona e Verona-Vicenza, sull’asse Milano-Venezia, e Terzo Valico. La firma nei giorni scorsi fra Rfi, società del gruppo Fs, e i consorzi Cepav Due, Iricav due e Cociv .
Per la nuova linea Av Brescia-Verona, Rfi e Consorzio Cepav Due (che vede Saipem al 52%; Società Italiana Condotte d’Acqua al 12%; Impresa Costruzioni G. Maltauro al 12% e Impresa Pizzarotti & C. al 24%) «hanno firmato l’accordo per contrattualizzare la realizzazione dell’opera per lotti costruttivi», si legge in una nota di Rfi.
La formalizzazione «avverrà con l’atto integrativo, che sarà firmato dopo la delibera Cipe di approvazione del progetto definitivo e di assegnazione a Rfi delle risorse finanziarie per avviare il primo lotto costruttivo». Il costo «a vita intera dell’opera è di 3,954 miliardi» e sono stati finanziati 768 milioni per il primo lotto. L’avvio dei lavori è programmato entro la prima metà del 2015 ed i cantieri si chiuderanno entro sette anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.