Quantcast

Nuova Provincia, senza portafoglio

Si è svolta lunedì la prima seduta del Consiglio presieduto da Pierluigi Mottinelli. Assegnate le deleghe, ma con l'incognita fondi.

Più informazioni su

    (red.) Battesimo per il nuovo Consiglio provinciale, presieduto da Pierluigi Mottinelli.
    Una seduta che, insieme al giuramento del nuovo numero uno in Broletto e alla nomina del suo vice Alessandro Mattinzoli, ha provveduto alla definizione degli incarichi ai consiglieri e alla composizione della commissione Statuto che verrà discusso ed approvato nel corso di un prossimo incontro.
    In apertura di Consiglio la richiesta del consigliere Franco Claretti (Lega Nord), sindaco di Coccaglio, di non convalidare la sua elezione,per una presunta incompatibilità con il suo incarico professionale di dirigente pubblico. Al suo posto è stata nominata Giovanmaria Flocchini.
    Si apre in salita il mandato di Mottinelli, eletto lo scorso 12 ottobre dagli amministratori dei Comuni bresciani: un nuovo ente, riformato dalla legge Delrio che è alle prese però con vecchi problemi, in primis quello dei finanziamenti, ridotti sotto la scure della spending review.
    Mottinelli ha subito mostrato segni di apertura alle forze del centrodestra, così come annunciato prima del voto, dichiarando le finalità principe del nuovo Broletto, ovvero dialogo, attenzione al territorio e collaborazione.
    Scelti anche i nominativi alle vicepresidenze della commissione che sarà chiamata a redigere il nuovo Statuto a due civici: Gianpiero Maffoni per Comuni in Provincia (entrodestra) e Giuseppe Lama per Area civica democratica (centrosinistra). Giampiero Bressanelli, rappresentante della lista di centrosinsitra sarà delegato alle comunità montane.
    LE DELEGHE Antonio Bazzani (Strade provinciali e protezione civile); Nini Ferrari (Bilancio e patrimonio); Gianbattista Groli (Ambiente); Michele Gussago (Azienda speciale ufficio d’ambito); Laura Parenza (Controllo fenomeni discriminatori, Pari opportunità. Commissione Expo); Diego Peli (Trasporti; Polizia provinciale); Gianluigi Raineri (Attività produttive); Andrea Ratti (Agricoltura e alimentazione); Maria Teresa Vivaldini (Scuole e Edilizia scolastica).
    Il vicepresidente Alessandro Mattinzoli avrà anche la delega al Territorio. Mottinelli ha tuttavia annunciato che potranno essere assegnate deleghe anche ad altre liste, ma tutto ciò dovrà essere frutto di un accordo tra le forze politiche.
    Dopo la fase “nominale”, nella prossima seduta è prevista la definizione delle linee programmatiche.
    Intanto la Lega Nord (che ha corso con una lista propria alle scorse votazioni) ha già annunciato battaglia dalle poltrone dell’opposizone, dichiarando l’intenzione di costituire un gruppo autonomo guidato da  Mattia Zanardini.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.