Operazione Pettirosso, nei guai 70 bracconieri

Imponente intervento della Forestale nel bresciano: sequestrati 700 di esemplari di avifauna protetta, ma anche trappole, richiami illegali e fucili.

(red.) Numeri impressionanti quelli del bilancio di una maxi operazione anti bracconaggio effettuata nel bresciano lo scorso week end.
Al termine dell’ «Operazione Pettirosso», condotta dal Corpo forestale dello Stato, in Val Trompia, Val Sabbia e Val Camonica, a tutela dell’avifauna  ed in modo  particolare dei passeriformi, sono state denunciate oltre 70 persone.
Le operazioni sono state effettuate su due turni da altrettante unità composte da 24 agenti del Nucleo Operativo Antibracconaggio (NOA) dei Forestali.
Le ipotesi di reato vanno dal furto aggravato in danno dello Stato, alla caccia di specie protette attraverso l’utilizzo di mezzi non consentiti e alla violazione della normativa sulle armi, tra cui l’omessa custodia ed il porto abusivo di armi.
Sequestrati 694 esemplari di avifauna (tra animali vivi e morti), parte dei quali, feriti, sono stati consegnati al “Centro Nazionale di Recupero Fauna Selvatica Il Pettirosso” per le cure necessarie.
Tra le specie cacciate illegalmente pettirossi, capinere, lucherini, frosoni, cince.
Sotto sigillo sono finiti pure 32 fucili,  nove richiami acustici a funzionamento elettromagnetico, 67 reti,  411 trappole tipo “sepp”(tagliole in ferro con scatto a molla) e 649 archetti.
Le operazioni della Forestale sono state supportate dal contributo dei volontari  delle associazioni ambientaliste, tra cui il “C.A.B.S.”, “Committee Against Bird Slaughter”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.