Quantcast

Via Musei, “rinasce” il teatro romano

Entro Ferragosto Brescia riaprirà al pubblico il sito archeologico. 300 mila euro l'investimento per consentirne l’accesso e per un intero restyling.

Più informazioni su

(red.) Con un investimento di 300 mila euro il Teatro romano di via Musei di Brescia sarà aperto al pubblico entro Ferragosto.
La struttura non è mai stata disponibile sino ad oggi, eccezion fatta per qualche occasione speciale. Sarà così consentito di visitare una parte del grande reperto archeologico ai turisti, che rappresenta uno dei gioielli architettonici della città.
L’Amministrazione comunale, affiancata dal servizio edilizia monumentale, ha elaborato un progetto di prima sistemazione del manufatto, che rappresenta una delle priorità della Giunta Del Bono.
La valorizzazione dell’area archeologica avrà un costo pari a 300 mila euro: 200 mila arriveranno dalle casse comunali, 100 mila tramite un bando della Fondazione. Questo primo step, visto che il piano di lavoro ha come obbiettivo il restyling di tutto il Capitolium, comporterà la revisione della recinzione esterna, la sistemazione del ponte di ingresso, fornito di ringhiere laterali più moderne, e il rifacimento del pavimento. La Loggia, però, si muoverà nell’orizzonte di una pianificazione più corposo, che oggi viene frenata dalla mancanza di fondi. Si procederà quindi passo per passo, in modo poi da stabilire altre priorità: dopo l’area archeologica l’oggetto di recupero principale sarà la Pinacoteca. Il Comune ha inoltre precisato che ha in programma una serie di itinerari legati al teatro romano in vista dell’Expo 2015.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.