“Centro islamico e Sentinelle in piedi unite contro i gay”

Insieme hanno organizzato un incontro contro la legge sull'omofobia. Polemica sui social: "Crociata anti-omosessuali".

(red.) Fa discutere, almeno sul web, la proposta di una conferenza sulla Teoria del gender, promossa a Brescia dal Centro culturale islamico e le Sentinelle in piedi.
Un’alleanza quanto meno singolare tra il Centro islamico, che ha sede in via Corsica a Brescia, e il gruppo cattolico che difende la famiglia tradizionale, protagonista di diverse manifestazioni anche in città. Sulla locandina dell’incontro, fissato per lunedì 9 alle 20,30, si legge: “Contro la cosiddetta legge sull’omofobia e la cosiddetta teoria del gender che deforma la natura che Iddio l’altissimo ha perfezionato nella sua magnificenza, contro coloro che vogliono distruggere l’uomo e la sua sacralità ed onorabilità, coloro che vogliono umiliare l’uomo e la sua vita, deviandosi dal motivo della sua creazione, e per difendere la famiglia nella sua unica forma e struttura”. Alla serata partecipa, come relatore, il professor Massimo Gandolfini, direttore del Dipartimento di neuroscienze della Fondazione Poliambulanza. Tanti i commenti sul web, soprattutto sul profio Facebook di Comitato Arcigay Brescia, dove c’è chi legge questa alleanza come una comune crociata anti-omosessuale. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.