Quantcast

Unibsdays, la Statale “abbraccia” Brescia

Il 23 e 24 maggio a Brescia 50 eventi dedicati all’orientamento universitario ma aperti alla cittadinanza. Ospiti: Pupi Avati, Philippe Léveillé, Elio.

(red.) Occupare simbolicamente la città per portare l’Università fuori dai propri confini e in mezzo alla gente. Questo è lo scopo con cui l’Università degli Studi di Brescia ha organizzato gli Unibsdays – Conoscere Crescere: una straordinaria due giorni di eventi dedicati all’orientamento universitario aperti e rivolti a tutta la cittadinanza, con il patrocinio del Comune di Brescia.
Oltre 50 eventi sparsi per la città nei giorni di venerdì 23 e sabato 24 maggio, 8 dipartimenti e il CUS coinvolti in eventi e laboratori, 20 spazi occupati nel centro storico, 4 associazioni studentesche (Aegee, Elsa Brescia, Esn Brescia, Per andare inoltre) che hanno dato la loro preziosa collaborazione, 5 grandi partner bresciani (Ufficio scolastico territoriale, Accademia S. Giulia, Laba, Conservatorio e Mille Miglia) attivati sul territorio e più di 40 desk informativi aperti dalle 9 alle 23 di venerdì e dalle 9 alle 20 di sabato sotto la tensostruttura allestita in piazza Paolo VI sono i numeri nei quali si è concretizzato l’appuntamento che l’Università offre alla sua città. Tutti gli eventi organizzati sono aperti alla cittadinanza e ad ingresso libero.
Lo start della due giorni di grandi eventi è in programma venerdì 23 alle 10 nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management in via San Faustino alla presenza del Magnifico Rettore Sergio Pecorelli e di Elena Zambon, alla guida dell’omonimo gruppo e oggi membro dell’Advisory Board internazionale dell’Università.
«Nel corso delle due giornate – sottolinea Pecorelli – verranno proposti contributi culturali e scientifici e momenti di intrattenimento, con importanti ospiti e in sinergia con le istituzioni, le associazioni studentesche, le scuole superiori e altre organizzazioni culturali e sportive del territorio.  L’obiettivo è stimolare un nuovo dialogo tra le parti per ricollocare la persona al centro dei processi di sviluppo, per una rinascita culturale che coniughi conoscenza, benessere sociale ed economico. L’Università oggi deve essere intesa come luogo di studio e ricerca al servizio della società, interessata a farsi conoscere e curiosa di ciò che la circonda, aperta alla collaborazione con altre realtà istituzionali, culturali, scientifiche e sportive, nazionali e internazionali, per offrire alla popolazione salute e benessere del corpo, della mente e dell’anima attraverso le sue discipline e le sue attività».
Gli Unibsdays – Conoscere Crescere: sono nati con il doppio scopo di orientare i futuri studenti alla scelta del percorso di studio e aprire le porte dell’Università alla città proponendosi come polo “creatore di cultura, sapere e ricerca”. Quindi una Università di contenuti, saperi ed eventi dedicati alla città. Non a caso l’Università degli Studi di Brescia sta affrontando uno dei passaggi fondamentali della sua storia, da università generalista a università tematica, in particolare orientata a “Health & Wealth”.
Tutte le informazioni aggiornate dei singoli eventi si possono trovare sul sito www.unibsdays.it.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.