Quantcast

Beni mafiosi confiscati, Idv: «Riformare Agenzia Nazionale»

Più informazioni su

(red.) «Quanto riportato sul Giornale di Brescia in merito al patrimonio immobiliare sequestrato alla criminalità organizzata nel comune di Torbole Casaglia dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto sia necessario riformare le norme relative all’uso e alla vendita dei beni confiscati alle mafie».
Lo hanno dichiarato i referenti provinciali dell’Italia dei Valori nella provincia di Brescia, Claudio Belotti e Massimo Bertuzzi, che hanno aggiunto : – «per un piccolo comune di poco più di sei mila abitanti, un patrimonio di 15 immobili rappresenta un tesoretto che può concretamente fare la differenza aiutando l’amministrazione ad affrontare i bisogni più urgenti dei cittadini. Anche nella nostra provincia da qualche settimana l’IDV ha avviato la raccolta firme lanciata a livello nazionale per la vendita dei beni confiscati alla mafia se non destinati a scopi sociali – hanno proseguito gli esponenti IDV – proprio perché riteniamo assurdo lasciar marcire, spesso con costi di mantenimento a carico dei contribuenti, beni che devono invece essere restituiti alla comunità. Per quanto l’Agenzia Nazionale per i beni confiscati e sequestrati agisca con impegno e per quanto lo stesso si possa dire per gli amministratori comunali è evidente che cavilli amministrativi e lungaggini burocratiche spesso impediscono o comunque ritardano i vantaggi di tale norma. Nei prossimi giorni – hanno concluso Belotti e Bertuzzi – valuteremo come intervenire in modo concreto per sollecitare una positiva soluzione della vicenda interrogando e coinvolgendo le autorità e le istituzioni competenti».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.