Quantcast

Insegue il ladro di bici, accoltellato all’addome

L'episodio nella notte fra lunedì e martedì al Parco Gallo di Brescia. Un uomo, nel tentativo di recuperare il mezzo sottratto ad un'amica, è stato aggredito.

(red.) Una bicicletta contesa. Un’accusa di (presunto) furto e una coltellata all’addome.
Questi gli ingredienti di un fatto di sangue, i cui contorni sono ancora da definire, avvenuto poco dopo la mezzanotte di lunedì 21 luglio all’interno del Parco Gallo, a fianco di via Privata de Vitalis.
Gli agenti del Commissariato carmine hanno raccolto la denuncia di un uomo, S. M. le sue iniziali, trovato accasciato a terra con una ferita addominale da arma da taglio. Accanto al ferito una donna, testimone dell’accaduto che ha riferito di essere stata avvicinata da un uomo, il quale, dopo averla accusata del furto della sua bicicletta, le avrebbe dato uno schiaffo e mostrato due coltelli.
Costretta ad abbandonare la sua due ruote, la donna era però riuscita a far scappare l’aggressore e, nel frattempo, ad avvisare l’amico che, nel tentativo di recuperare la bicicletta, era poi tornato dicendole di essere stato accoltellato. Il ferito è stato soccorso e trasportato alla locale Poliambulanza e sottoposto ad intervento chirurgico, con prognosi riservata. E’ in pericolo di vita. La donna ed il fratello dell’accoltellato sono stati accompagnati in questura per essere ascoltati. Indaga la squadra Mobile.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.