Quantcast

M5S, Lombardi non è più portavoce alla Camera

L'esponente grillina sostituita dal siciliano Riccardo Nuti, come prevede il turn over stabilito dal Movimento. A breve verrà scelto il successore di Vito Crimi al Senato.

(red.) Cambio della Guardia alla camera dei Deputati tra le fila del Movimento 5 stelle: Roberta Lombardi non è più la portavoce degli onorevoli grillini, perché, come programmato, arriva la rotazione dei portavoce. Al posto della Lombardi, divenuta famosa per le polemiche suscitate e le espressioni “poco felici” utilizzate in diverse occasioni, arriva il giovane siciliano Riccardo Nuti.
Lo stesso avverrà a breve a Palazzo Madama, dove l’assemblea dei Senatori designerà il successore del bresciano Vito Crimi.
Nel pomeriggio di martedì, però, è emersa una nuova diatriba tra i cinque stelle ed i giornalisti, con la deputata Laura Castelli che ha utilizzato l’espressione “olio di ricino” durante un intervento in Aula sulla Tav. In realtà la frase è risultata essere ambigua: non si è ben compreso se la deputata volesse riferirla ai cronisti oppure ad altro, ed è quindi stato chiesto un chiarimento da parte degli  altri partiti.
Più tradi è stata la stessa Castelli a spiegare di avere citato il titolo di un giornale sugli interessi mafiosi sulla Tav e si riferiva pertanto proprio alla mafia. Tant’è, ma i nervi appaiono piuttosto tesi ed ogni pretetso pare buono per fare polemica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.