Il Pcb irrompe anche sulla Mille Miglia

Antinocività, Sos scuola e il Kollettivo studenti organizzano diverse manifestazioni in programma durante la gara di auto storiche per chiedere le bonifiche.

(red.) La vetrina della Mille Miglia come megafono per far conoscere ad un pubblico più ampio la situaizone ambientale di  Brescia, il problema del Pcb e delle bonifiche tardive o mancanti.
Rete antinocività, il coordinamento Sos scuola e il Kollettivo studenti, dopo le eclatanti forme di protesta messe in atto nei giorni scorsi con l’occupazione dell’assessorato all’Ambiente di via Marconi e quella alla scuola elementare Deledda a Chiesanuova sono pronti a ripartire con nuove iniziative, a partire dla presidio in piazza Duomo alle 17 di questo mercoledì.
Giovedì mattina, giornata fissata per la partenza della “corsa più bella del mondo”, invece, in viale Venezia, nello spiazzo Comboni, al grido di “1000 nocività” si tiene invece una manifestazione “con cartelli, travestimenti e tute bianche” (a cui sono invitati i cittadini) per chiedere l’immediata bonifica di tre aree ritenute prioritarie: il giardino della Deledda, la scuola del quartiere Primo Maggio e il campo di atletica Calvesi.
“I soldi non mancano “, si legge in una nota dei manifestanti, “sono destinati a manifestazioni pre-elettorali. Questo mese si vuol creare l’immagine di Brescia efficiente e senza problemi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.