Quantcast

Saglia: “Resto nel Pdl, a fianco del Cavaliere”

Il coordinatore cittadino dei pidiellini rilancia il suo "pensiero" in vista della presentazione della "Fondazione della libertà per il bene comune" di Altero Matteoli.

(red.) Stefano Saglia (coordinatore cittadino dei pidiellini) resta nel Pdl, con Berlusconi. Venerdì, agli Artigianelli, viene presentata a Brescia la “filiale” locale di “Fondazione della libertà per il bene comune” dell’ex ministro Altero Matteoli.
Uno strumento, si augura l’ex sottosegretario, che permetterà di consolidare la base pidiellina in vista delle prossime regionali dove il candidato è il segretario della Lega Nord Roberto Maroni, sostenuto dalla neonata alleanza siglata con il Cavaliere. Ma anche, ha ribadito il coordinatore piedillino, un esempio per costruire a Brescia una solida base che supporti la candidatura bis di Adriano Paroli in Loggia.
Il nuovo movimento politico si presenta ufficialmente al pubblico bresciano venerdì 11 gennaio alle 20,30 nella sala Capretti degli Artigianelli in via Piamarta 6. Partecipano al confronto, oltre a Saglia stesso,  Giuliano Campana, presidente del Collegio Costruttori, Daniele Bailo, segretario Uil, Giuseppe Pasini, presidente Feralpi Lonato e Giuseppe Battagliola, presidente della Compagnia delle opere di Brescia.
La Fondazione si propone come laboratorio di idee per il Pdl,  basato su un’idea laica della politica.
Oppositore della discesa in campo dell’ex premier Mario Monti, Saglia ha ribadito che tra i punti cardine della  Fondazione della libertà per il bene comune c’è il tema della sovranità nazionale, svincolata dai cosiddetti “diktat” della Germania.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.