Quantcast

Sicurezza: ok del ministero alla metro

Il dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha detto sì al pre-esercizio; dopo 60 giorni di collaudi e test verrà realizzata una relazione finale.

(red.) Nel corso di alcuni incontri programmati a Roma con i responsabili del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ultimo dei quali si è tenuto mercoledì mattina, il sindaco di Brescia, Adriano Paroli e il presidente di Metro Brescia, Ettore Fermi, hanno ricevuto il parere favorevole della Commissione Interministeriale per la sicurezza dei sistemi di trasporto ad impianti fissi, in merito all’approvazione del progetto esecutivo della Metropolitana automatica di Brescia. Dall’esame della relazione conclusiva della Commissione, che sintetizza l’attività istruttoria svolta dalla stessa al fine di verificare la sicurezza dell’impianto, è risultato che il “Sistema Metro Brescia presenta condizioni di sicurezza idonee ed accettabili”.
Lo svolgimento del pre-esercizio avrà la durata di 60 giorni, ritenuti congrui rispetto ai 90 originariamente previsti sulla scorta dell’esperienza che sta maturando analogo sistema sulla linea 5 di Milano. AI termine di tutte le verifiche verrà presentata una relazione conclusiva di dettaglio sulle attività svolte, esprimendo motivato giudizio circa l’esito finale ai fini dell’apertura della linea al pubblico esercizio. Il via del metrobus sarà subordinato all’approvazione del progetto stesso e all’ottemperanza delle eventuali prescrizioni che venissero impartite.
Il sindaco Adriano Paroli si dichiara soddisfatto per l’importante risultato raggiunto: “Un passaggio importante nell’ottica dell’entrata in funzione effettiva di un mezzo di trasporto che rivoluzionerà la mobilità cittadina. La metropolitana sta entrando nel cuore dei bresciani e sono convinto che potrà essere uno strumento utile per una migliore qualità della vita.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.