Quantcast

Aci Brescia, “La Mille Miglia? Si farà ‘in house'”

Matteo Piantedosi, nominato alla guida dell'ente commissariato, ha confermato che la corsa automobilista verrà realizzata. Ad occuparsene la Mille Miglia Srl.

(p.f.)  La Mille Miglia correrà ancora e ad organizzarla sarà Mille Miglia Srl, braccio operativo di Aci. Lo ha confermato Matteo Piantedosi, commissario straordinario (il terzo) dell’Automobile Club di Brescia.
“Il mio ruolo di commissario straordinario è legato a vicende più complessive dell’ente”, ha spiegato, “ma l’organizzazione delle Mille Miglia è il core business dell’Aci. Proprio il commissariamento ha fatto pensare a qualcuno che ci siano stati dei problemi nell’organizzazione. Io confermo che l’evento si farà”.
Insediato da poche settimane, dopo una staffetta di commissari straordinari, Piantedosi si è trovato di fronte alla scelta sulla formula organizzativa da adottare. “Il direttivo uscente aveva scelto di farla in house, scelta che è stata contrasta da opinioni contrarie. Ho dovuto tenere conto dei tempi che abbiamo da qui a maggio, mi sono munito di interlocuzioni qualificati, pareri legali, valutazioni di carattere legale e di opportunità. Altra strada non c’è: per cui, ad oggi confermo l’organizzazione in house di Mille Miglia 2013. Se ne occuperà la società Mille Miglia Srl, a totale capitale Aci Brescia”.
Per procedere all’esternalizzazione del servizio, del resto, il tempo non ci sarebbe stato.  Nel panorama delle valutazioni fatte, ha inciso anche il fatto che fare marcia indietro sarebbe stato un dispendio di denaro, visto che la Mille Miglia Srl è già al lavoro per l’organizzazione dell’edizione 2013. “La società opera da quest’anno, per questo ho integrato il cda con una persona di mia stretta fiducia, un consulente aziendale di Bologna, a costo zero per la società, che darà sicuramente un contributo positivo”. La gestione in proprio, del resto, consentirà non solo di massimizzare la  redditività del marchio a beneficio di chi è titolare, ma anche di controllare la gestione del marchio  in futuro. “Mi conforta che le voci di incertezza non abbiano scoraggiato gli iscritti. Già 1249 persone, di cui 60% stranieri, hanno avviato l’iscrizione online. Di queste, 377 hanno già completato l’iscrizione e 180 hanno versato già la quota”.
La deadline è al 31 dicembre, ma, di fatto, ci sarebbero già i numeri per completare le iscrizioni. “Questo sottolinea l’appetibilità dell’evento”, ha aggiunto Piantedosi, “ad ogni modo,  non ho mai considerato il rischio che non si facesse”. “Ogni dubbio ora è tolto”, ha commentato Stefano Sacco, ad Mille Miglia Srl, “dobbiamo solo concentrarci sulla parte puramente operativa”. Salva la Mille Miglia, Rally Mille Miglia e Mille Miglia storica, Trofeo Vallecamonica (15 settembre), Ronde (fine luglio) mentre non ce la fa Coppa delle Alpi, che sarà rinviata al 2014. “Piantedosi ha sconfitto l’assunto”, ha concluso Eleonora Varano, direttrice Aci Brescia, “che il commissariamento significa annullamento dello sport”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.