Quantcast

In Piazza Rovetta un villaggio giochi per bimbi

Il progetto verrà realizzato in tempo per la Festa di S. Lucia. La struttura, smontabile, prevede un manto di erba sintetica, casette in legno e un'area nursery.

(red.) Un tappeto verde al posto del Cubo Bianco. Un “villaggio dei piccoli” invece di una sala studio.
Questo il nuovo volto che Largo Formentone (o piazza Rovetta, come preferite) assumerà entro il 13 dicembre, festa di Santa Lucia.
In attesa che si concretizzi il piano fortemente voluto dall’assessore ai Lavori Pubblici Mario Labolani sullo spazio di lettura nel cuore della città, dove un tempo sorgeva la pensilina (rimossa e ricollocata al Pescheto tra le  vivaci polemiche dell’opposizione in Loggia) verranno allestite, dalle prossime settimane, strutture in legno (temporanee) adibite a laboratori, per gli spettacoli dei burattini e altri giochi. Piazza Rovetta/Largo Formentone diventerà insomma uno spazio dedicato ai più piccoli ed ai loro genitori.
Se è vero che gli allestimenti saranno temporanei è altrettanto vero però che questi resteranno fino all’arrivo del progetto principale, ovvero quello del Cubo Bianco, inserito all’interno del Piano di governo del territorio, ma la cui realizzazione è stata rinviata al prossimo biennio. Il costo della sala di lettura ammonta infatti a 1,8 milioni di euro, cifra che non è possibile inserire, allo stato attuale della situazione di cassa, fra le spese sostenibili dalla Loggia.
A progettare lo spazio bambini l’architetto Emanuela Vizzardi (la stessa del nuovo parco di via Odorici) per un costo di 40mila euro circa.
Un parco giochi “smontabile”, dunque, al cui interno si troveranno un prato di erba sintetica, tre strutture in legno con un laboratorio per le marionette, il teatro dei burattini e un’area per l’accudimento dei bambini (cambio pannolini, allattamento, merenda).
Accanto al “villaggio di Santa Lucia” la Giunta prevede di collocare la tradizionale pista di ghiaccio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.