Quantcast

La corsa per la Loggia? Parte dall’ambiente

Incontro del circolo Ecodem di Brescia con i tre candidati sindaci Delbono, Fenaroli ed Onofri sul futuro della città. Critiche al Pgt e alle scelte ambientali della Giunta.

(red.) La sfida per la corsa alla Loggia parte dall’ambiente. E’ l’obiettivo fissato dal circolo Ecodem di Brescia, riunitosi martedì sera in un convegno, intitolato “le primarie ambientali”,al quale hanno preso parte anche tre candidati sindaci alle amministrative 2013, ovvero Emilio Delbono per il Partito democratico, Marco Fenaroli per “Al lavoro per Brescia” e Francesco Onofri per Piattaforma civica. Assente il rimo cittadino Adriano Paroli (Pdl) che non risposto all’invito del circolo.
Sul tavolo dei democratici ambientalisti  diverse tematiche. Dall’entrata in attività del metro bus, al termovalorizzatore, alla qualità dell’aria all’inquinamento da pcb. La discussione ha preso le mosse dal dibattito sul Pgt che darà un nuovo volto alla città per il prossimo decennio. Per Delbono, se il Pd vincesse le elezioni, il Piano di Governo del territorio non verrà cambiato ma  verrà effettuato un drastico intervento sulla pianificazione cittadina.
Per Fenaroli il documento approvato dalla Giunta Paroli dà il via libera alla edificazione, mentre per Onofri si tratta di un Piano che prevede un utilizzo massivo del suolo e delle risorse del territorio.
Bocciato anche il parcheggio sotto il castello, infrastruttura che contrasta palesemente con l’avvio del metrobus.
Il candidato di “Al lavoro per Brescia” ha sottolineato le criticità del sito Caffaro, proponendo una “bonifica europea”, in cui il Comune sia capofila del progetto.
Un’altra sfida per il futuro è rappresentata poi dal tema delle bonifiche in città e da rivedere, secondo i tre candidati sindaco del centrosinistra è la viabilità di piazza Vittoria.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.