Mac, sciopero all’Iveco: 91 lavoratori a rischio

Finita la cassaintegrazione, per i dipendenti è iniziata la mobilità, ma il rischio è la disoccupazione. Sel: "Ennesimo tentativo di fare carta straccia dell'accordo tra le parti"

Più informazioni su

(red.) Se la Mac chiude, ci sono 91 lavoratori a rischio.
Per questo, gli operai della Fiom hanno scioperato, nella giornata di giovedì 11 ottobre, davanti all’Iveco di Brescia. Una protesta che arriva nel giorno in cui scatta la mobilità (finita la cassa integrazione) per i 91 dipendenti della Mac, azienda all’interno dell’Iveco, che si occupa dello stampaggio lamiere.  Su via Volturno, per tutta la mattina, erano ben visibili circa dieci tir.
Sulla questione, arriva anche la voce di Sinistra Ecologia e Libertà di Brescia, che “esprime forte dissenso  di fronte alla volontà dei vertici aziendali della Mac di chiudere qualsiasi attività mandando a casa 91 operai ai quali era stato prospettato solo tre anni fa un futuro ben diverso. I fatti parlano chiaro.
Ci troviamo di fronte all’ennesimo tentativo di fare carta straccia di un accordo tra le parti e ad un intesa che nel 2009 assicurava sviluppo produttivo e occupazionale”. Gravissimo, secondo Sel, anche il disinteresse dei vertici aziendali Iveco che avrebbero potuto e dovuto garantire una soluzione.
“Sel Brescia”, conclude la nota, “sosterrà in questi giorni la mobilitazione dei lavoratori impegnandosi a fianco della Fiom perché si dia una rapida risposta ad una crisi occupazionale che , anche nella nostra provincia , rischia di produrre tensioni gravi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.