Quantcast

Aci, il ministro Gnudi: “Resta commissariata”

Il ministero del Turismo si è espresso in linea con quanto deliberato il 25 settembre dal Consiglio nazionale. Ora la decisione spetta al Tar. Udienza il 10 ottobre.

(red.) Anche il ministero del Turismo, guidato da Piero Gnudi ha confermato il commissariamento dell’Aci Brescia. Il decreto reca la firma di venerdì.
Un provvedimento che contraddice dunque quanto affermato nella relazione del commissario Vincenzo Grimaldi, nominato per fare chiarezza su presunte irregolarità amministrative e che ha stilato un report positivo sullo stato dei conti dell’ente bresciano, e anche quanto disposto dal Tar di Brescia su ricorso presentato dall’ax direttivo guidato da Aldo Bonomi.
Una decisone che scaturisce dal pronunciamento del Consiglio nazionale dell’ente che decise di commissariare via Ferrari.
Il prossimo 10 ottobre il tribunale amministrativo dovrà emettere una sentenza.
In una nota, l’ente guidato da Bonomi ha sottolineato che “il provvedimento del ministro Gnudi è la logica conseguenza di quanto deliberato dal Consiglio Generale dell’Automobile Club d’Italia lo scorso 25 settembre. Tale decisione sarà ora attentamente esaminata, in attesa di quanto vorrà disporre il Tar di Brescia il 10 ottobre. Confermiamo la nostra fiducia nella giustizia amministrativa”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.