Quantcast

Mille Miglia, si punta sull’edizione “bresciana”

La partenza è il 16 maggio. La corsa sarà gestita da una società di proprietà dell'Aci voluta dal presidente Bonomi, nonostante il commissariamento.

(red.) Rombano i motori della Mille Miglia 2013. Il prossimo anno la rievocazione della Freccia Rossa sarà gestita dallo staff di Mille Miglia srl, società di proprietà dell’Aci Brescia voluta dal presidente Aldo Bonomi – commissariato e sostituito da Vincenzo Grimaldi – per gestire l’evento in casa.
La corsa partirà il 16 maggio da Viale Venezia e tornerà in città sabato 18 maggio, rispettando le tradizioni. Il percorso sarà il più simile possibile alle corse del 1950 e del 1953, in ricordo di Giannino Marzotto, pilota recentemente mancato. Il percorso toccherà anche le zone dell’Emilia Romagna colpite dal terremoto. Le iscrizioni, invece, apriranno il 15 ottobre, anche se una pre-iscrizione è già possibile sul sito www.millemiglia.it.
Roberto Gaburri, presidente di Mille Miglia srl, ha spiegato che “nessuna azienda al mondo può rinunciare a gestire in proprio il patrimonio più prezioso che possiede e che ha di più caro. Proprio per questo abbiamo scelto uno staff di elevatissima qualità che in cinque anni avrà il compito di disegnare una visione di medio-lungo periodo, con benefici per la manifestazione ma anche per l’intera città”.
Stefano Sacco, amministratore delegato di Mille Miglia srl, avrà il compito della gestione operativa dell’evento e dei marchi Mille Miglia e Freccia Rossa: “Sono molto contento e lusingato per questa opportunità”, ha dichiarato, “e conto molto sulla collaborazione di tutti per riuscire a far crescere l’evento. Giornalisti, istituzioni, ma soprattutto gli appassionati, dovranno fare la propria parte per aiutarci a trasformare la Mille Miglia in un marchio come quello della Ferrari o di Armani. Da parte nostra ci impegneremo perché l’evento organizzato sia bellissimo”.
Sacco sarà affiancato da Francesca Parolin, relazioni esterne, Roberto Pagliuca, marketing e comunicazione e John Fewlings, business development. “La Mille Miglia”, ha commentato il sindaco Adriano Paroli, “non è soltanto un evento ma rappresenta anche una fetta di cultura della città e un’opportunità di crescita. La settimana della Freccia Rossa vediamo Brescia come dovrebbe essere tutto l’anno, viva e ben frequentata”.
Fabio Rolfi, vicesindaco, non ha nascosto un po’ di aspettative in più per la gestione bresciana della rievocazione: “La nostra città ha grandi aspettative e una manifestazione del genere deve essere abbinata a un’operazione di marketing territoriale di grande rilevanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.