Quantcast

Aci, il Tar vuole una revisione del ministero

La decisione definitiva sul commissariamento arriverà il 10 ottobre, dopo che saranno analizzati nuovamente i bilanci del 2010 e del 2011.

(red.) Sul caso Aci non si può ancora mettere la parola fine, perché il ministero del Turismo dovrà eseguire una nuova revisione dei bilanci, mettendo a confronto quelli del 2010 e del 2011 e solo il 10 ottobre il giudice deciderà se accogliere o meno il ricorso dell’Aci Brescia.
Il Tar di via Zima ha accolto sub judice (sotto condizione) la richiesta di sospensiva del commissariamento imposto dall’Aci nazionale a quello bresciano, presentata dall’ex presidente Aldo Bonomi. Prima di prendere una decisione definitiva bisognerà rivedere i conti, quindi, visto che entrambi i bilanci sono stati chiusi in rosso e per la legge questo è un motivo di commissariamento per un ente pubblico.
C’è però una variabile da considerare: il bilancio del 2011 sarebbe molto migliore del precedente, passando dai 6,5 milioni di euro di debito con l’Aci nazionale, a 2,8 milioni di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.