Quantcast

Raccordo Valtrompia, Cattaneo sollecita l’Anas

Dalla Regione nuovo intervento perchè la società "rispetti gli impegni, recuperando un ritardo inaccettabile". L'opera, progettata 8 anni fa, non ha mai visto la luce.

(red.) “Regione Lombardia è impegnata, affinchè Anas rispetti i propri impegni e realizzi quanto prima il raccordo autostradale della Val Trompia, recuperando un ritardo inaccettabile”.
Così l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo ha risposto, in Consiglio regionale, a un’interrogazione dei consiglieri Parolini, Alboni, Azzi, Puricelli e Sala, che hanno chiesto notizie circa l’avvio di questa opera progettata otto anni fa, ma i cui lavori non sono mai iniziati.
“Ieri (lunedì, ndr.)”, ha spiegato Cattaneo, “ho scritto ad Anas, sollecitandola a individuare una soluzione condivisa, che garantisca l’avvio dei lavori nel minor tempo possibile”.
L’assessore ha ricordato di avere segnalato più volte la questione ad Anas, nel corso di incontri periodici e in una lettera inviata all’amministratore unico Pietro Ciucci, con l’obiettivo di prendere una decisione sull’opera, rimarcando le questioni legate alle procedure già svolte e alla necessità di procedere tempestivamente all’avvio dei lavori dello stralcio Concesio- Sarezzo (Brescia).
“Il progetto definitivo”, ha proseguito Cattaneo, “è stato approvato dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) nel 2004, mentre quello esecutivo ha avuto il via libera nel 2005, quindi questa infrastruttura avrebbe dovuto già essere realizzata. In base alle informazioni in nostro possesso risulta che Anas sta valutando se riportare al Cipe il progetto, per riapprovarlo a livello di definitivo, aggiornandone i costi e rinnovando i vincoli di pubblica utilità. Questa è una soluzione per la quale saranno necessari altri sei mesi, ma che Regione Lombardia si sente di approvare in quanto ritiene sia l’unica in grado di dare una garanzia di certezza della procedura e dei tempi di completamento dei lavori”.
Il raccordo autostradale collega la A4 con la Val Trompia e ha una configurazione a “Y rovesciata” con tre tronchi principali: Ospitaletto-Concesio (12,6 km): adeguamento dell’attuale strada provinciale 19 e di tutte le intersezioni con la viabilità esistente; Concesio-Sarezzo-Lumezzane (13,8 km): nuovo tratto autostradale a pedaggio, caratterizzato da un susseguirsi di gallerie e viadotti (riconducibili alla conformazione orografica della zona, tra l’altro fortemente antropizzata), comprensivo dello svincolo di Sarezzo, e Concesio-Brescia (7,5 km): realizzazione di una viabilità superficiale a servizio urbano e di una sotterranea di scorrimento da e per la Val Trompia; ammodernamento del tracciato della tangenziale ovest di Brescia con il conseguente adeguamento degli svincoli esistenti.
Con la realizzazione della tangenziale sud esterna di Brescia (Corda Molle/SP19) si costituirà una sorta di anello stradale intorno alla città di Brescia con la funzione di ridistribuire i flussi di traffico su un’infrastruttura efficiente, scorrevole e funzionale, tra l’altro, al collegamento con l’aeroporto di Montichiari. Il costo complessivo dell’intervento ammonta a 769 milioni di euro, 251 dei quali per il tratto Sarezzo-Concesio.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.